Meditazione in Movimento: Passi verso il Sublime

Questa mostra, unica nel suo genere, presenta il lignaggio esoterico della pratica della danza sacra Vajrayana e della sua coreografia, trasmesso da maestri yogici e rivelato per la prima volta nelle loro visioni mistiche e sogni lucidi.

 

Molte di queste “danze del tesoro” che hanno avuto origine negli ultimi 1.200 anni, sono ancora oggi praticate in Bhutan, India, Nepal e Cina, nelle province della regione autonoma del Tibet, Sichuan e Qinghai. La mostra renderà anche omaggio al Maestro Chögyal Namkhai Norbu, che ha continuato questa antica tradizione visionaria in Occidente attraverso le Danze del Vajra che gli sono state trasmesse in una serie di sogni lucidi ricevuti negli anni '90. 

La mostra Meditazione in Movimento parte dalle origini della danza nel buddismo tantrico, con la consacrazione del monastero tibetano di Samye da parte di Guru Rinpoche nell'VIII secolo, e rivisita le danze sacre di altri “rivelatori di tesori” (terton) che hanno tradotto le loro esperienze dalla visione alle pratiche meditative. 

La mostra esplora come questa tradizione sia ancora viva oggi nelle rivelazioni contemporanee del Maestro Chögyal Namkhai Norbu, che ha condiviso la propria scoperta della Danza del Vajra con i praticanti dzogchen di tutto il mondo. 

La mostra si conclude con una panoramica del progetto danze gioiose Khaita creato anche da Chögyal Namkhai Norbu, nel 2011. "Khaita" significa “armonia nello spazio”, "kha” significa “spazio o cielo” e “ta” “melodia”. Egli ha reinterpretato oltre 300 danze popolari tradizionali tibetane creando nuove coreografie moderne al fine di creare un metodo semplice e gioioso per sperimentare l'armonia interiore, che sia allo stesso tempo una pratica per sviluppare la presenza e la consapevolezza del corpo, voce e mente, aperta e accessibile al pubblico. 

Il suo studio, la traduzione di oltre 300 canzoni tibetane e le coreografie, oggi eseguite da gruppi di danza informale sia in Oriente che in Occidente, ha dato alla comunità tibetana e ad altri in tutto il mondo, l'opportunità di rivalutare l'importanza di questo patrimonio culturale intangibile.

SOSTIENI IL MACO

Se vuoi puoi partecipare anche tu con una donazione, questo il conto bancario:

Comunità Dzogchen di Merigar -  Loc. Merigar   58031  Arcidosso  Grosseto Italia 
UBI Banca, filiale di Castel del Piano  GR  Italy
c/c  n.  1718   ABI 3111   CAB  72190  CIN  G
IBAN code   IT65G0311172190000000001718
SWIFT/BIC  code    BLOPIT22XXX

Per maggiori informazioni vai alla pagina delle donazioni