Questa timeline è una successione cronologica utile a dare un’idea dello svolgimento complessivo della vita di Chögyal Namkhai Norbu.

Non ci illudiamo certo di poter esaurientemente descrivere tutti gli aspetti delle sue molteplici capacità, né della sua originale e pionieristica ottica storico-filosofica e delle importanti conseguenze del suo lavoro di ricerca.

Sono solo i principali capitoli che scandiscono la vita di un uomo straordinario, illustrati brevemente per strutturare una riflessione.

Esperto di dottrine buddhiste, dominava le sottigliezze dialettico-filosofiche delle scuole Madhyamika e Yogacara, nonché gli insegnamenti più elevati, primo fra tutti lo Dzogchen.

Indagò in profondità, nei testi e sul campo, le millenarie tradizioni del regno di Shang Shung, dimostrando che da queste radici deriva in parte la cultura del Tibet, anche nei suoi multiformi aspetti religiosi.

Esperto di medicina e farmacopea tradizionale (conoscenza trasmessagli tra l’altro dal grande maestro e taumaturgo Changchub Dorje) fu promotore della diffusione e dello studio di queste discipline in Occidente.

Fine conoscitore della lingua e della letteratura tibetana, ha insegnato questa disciplina per decenni promuovendo e partecipando a congressi sia in Oriente che in Occidente, favorendo anche la traduzione in lingue occidentali di alcuni dei più importanti testi dell’insegnamento Dzogchen.

Per coloro che hanno la fortuna di conoscere la lingua tibetana, Chögyal Namkhai Norbu fu finissimo letterato e poeta. La sua prosa è riconosciuta tra le più elevate e i suoi versi, ispirati e ispiranti, sono dotati di forza non comune.

Fra i principali custodi nel nostro tempo del sublime insegnamento Ati Dzogpa Chenpo, portò per primo questa conoscenza a migliaia di fortunati discepoli in Occidente e in tutto il pianeta e i suoi insegnamenti hanno ispirato la fondazione della Comunità Dzogchen.

Intimo conoscitore della natura umana, seppe trasmettere a tutti coloro che vollero ascoltarlo valori che oggi come non mai si dimostrano sempre più indispensabili per poter auspicare che il nostro mondo si evolva verso un futuro di pace e di civiltà.

Chögyal Namkhai Norbu (destra) con Geshe Jampel Senge (sinistra) e Phala Thupten Wönden (centro)  in visita all'IsMEO, l'Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente di Roma fondato dal Prof. Giuseppe Tucci.

"Di grande aiuto mi sono stati i premurosi consigli [...] del professor Namkhai Norbu, già sprul sku, incarnazione del convento di Gönchen, che conosce tutte le dottrine filosofiche della scuola rNying ma pa e anche le tradizioni popolari."

(Giuseppe Tucci, Le religioni del Tibet)

Sua Santità il XVI Karmapa e la delegazione Karma Kagyu con Chögyal Namkhai Norbu Rinpoche, Akong Rinpoche e Freda Bredi, ricevuti da Sua Santità Papa Paolo VI, 1975.

Quando mi stabilii in occidente, capii che nonostante le condizioni esterne di vita e la cultura fossero diverse da quelle che mi ero lasciato dietro, la condizione fondamentale di ogni individuo non è differente. Capii che, poiché l'insegnamento Dzogchen non dipende dalla cultura, può essere insegnato, capito e praticato in qualisiasi contesto culturale.

(Chögyal Namkhai Norbu)

"La danza del Vajra non è una danza ordinaria, perché qui Vajra indica la nostra vera natura, la nostra condizione reale"

La vera pace tra i popoli può maniferstarsi solo attraverso l'evoluzione interiore di ciascuno di noi. Per mezzo dell'insegnamento Dzogchen possiamo liberarci totalmente dalle nostre tensioni: così la vita non ci sembrerà un peso e potremo goderne felicemente.

Chögyal Namkhai Norbu in Calmucchia

Esiste una condizione naturale, autoriginata, la vera essenza ultima della nostra mente: se la lasciamo nel suo stato di pura presenza istantanea, senza cercare di modificarla in nessun modo, la sua spontanea saggezza primordiale si manifesta nuda.

Chögyal Namkhai NorbuThe Knowledge of our Real Condition”, Ying Jie Communication Center, Beijing University (Pechino)

La realizzazione non è conoscenza dell'universo, ma l'esperienza viva della natura dell'universo.


Chögyal Namkhai Norbu a Dzamling Gar, Tenerife, Spagna, 2017.

Dal 3 ottobre 2018, il Grande Stupa dell'illuminazione accoglie le spoglie del Maestro Chögyal Namkhai Norbu.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che, individui o istituzioni, hanno fornito il loro supporto, le loro conoscenze, memorie, foto e materiali per la stesura di questa timeline.

❤️